ArteInVista: Artisti & Opere d'Arte

Presentazione dell'artista Carlo Stragapede

Il 1990 è l’anno in cui Carlo Stragapede, venendo dagli studi di Ingegneria, comincia la sua carriera artistica eseguendo ritratti e partecipando alle prime esposizioni. Nel 1996 viene inaugurata la sua prima personale e nello stesso anno espone a Parigi e Londra. Nel giugno 2000 realizza un’importante vernice presso la Galleria “Artesegno” (Ud) e i dipinti sono pubblicati sul Catalogo degli Artisti Contemporanei De Agostini. “Il mito e il paesaggio” è il titolo dell’esposizione inaugurata a Efeso in Turchia nel 2002, mentre nello stesso anno espone ad Arte Expo Bari, Arte Fiera Bologna e International Gift Fair a New York. Segnalato nel 2006 a “Premio Celeste” San Gimignano (Siena). Nel 2014 gli viene riconosciuto il Premio Regione FVG - Artista poliedrico che si distingue a livello nazionale. Partecipa alla Biennale di Venezia ALL THE WORLD’S FUTURES nel 2015. Per il Gruppo Danieli dipinge il ritratto in memoria di Cecilia Danieli e progetta la pala d’altare “Madonna della Melagrana”, l’altare eucaristico in marmo e studia la disposizione degli Apparati sacri nella cappella presso Palazzo Trento a Buttrio (Ud), poi consacrati. Nel 2016 inizia il progetto “Art of the Cronograph” con l’azienda Croatto 1901 ed espone a Baselworld con il marchio Zenith del Gruppo LVMH, successivamente collabora con il marchio Girard-Perregaux Swiss Haute Horlogerie. Edito su Revolution, trimestrale di alta orologeria, con il dipinto Zenith El Primero. Realizza arredi d’interno come Interior designer e brevetta complementi d’arredo per importanti marchi nazionali. Collabora alla progettazione del Meeting internazionale con maggiori esponenti della cardiologia europea, nel 2017. Suoi sono numerosi progetti curatoriali come la mostra organizzata con Philippe Daverio presso La Chiesa Santa Maria dei Battuti a Cividale del Friuli. Organizza, con l’associazione XXII Secolo la mostra patrocinata dal Consiglio regionale Fvg, il Comune di Palmanova e l’Unesco: “Artisti a Statuto Speciale”. 2019 partecipa all’evento - presso la Biennale di Venezia - “Mutations” catalogo Mondadori in collaborazione col WWF. Collettive a Milano, Napoli, Stoccarda, Finlandia, Colonia con cataloghi editoriali dedicati. Collaborazioni con la Casa editrice Giorgio Mondadori - Cairo Communication. Curatore del progetto PREMIO MIDOLINI 2021-2022: dedicato all’Ecosostenibiltà ambientale-Arte-Green Economy/Blue Economy-transizione ecologica, architettura paesaggistica. Il Comune di Udine gli conferisce una targa di riconoscimento per il suo operato. Le sue opere sono inserite nella catalogazione dei Beni Culturali del Friuli Venezia Giulia (SIRPAC) e nei musei nazionali.